Nuova immagine
Nuova immagine

PRENOTA

Blog Toscana

Chicche di Natale: La tradizione dei presepi nella provincia di Lucca

-

Nella parte della provincia di Lucca che si arrampica sugli Appennini, è radicata la secolare tradizione artigiana delle statuine del presepe decorate a mano. L'epicentro è Bagni di Lucca dove, dalla seconda metà del settecento a oggi, sono sopravvissute due straordinarie eccellenze artigiane. La centenaria fabbrica Fontanini (via Europa Unita, 1, Chifenti, Borgo a Mozzano tel. 0583 805180) e Arte Barsanti (via Val di Lima, 34, Bagni di Lucca, tel. 0583 87882). Ma un'altra attrazione nel periodo delle festività a Lucca e provincia, sono gli affascinanti e scenografici presepi viventi.


Ecco dove e quando:
- Presepe vivente di Barga (LU) 23 Dicembre ore 20.00
- Presepe vivente a Fibbiano Montanino (Camaiore, LU) 26 Dicembre, info: 349 7154077
- Tradizionale Presepe vivente di Ghivizzano (Coreglia Antelminelli, LU) 18 Dicembre ore 19.00, info: 0583 78152
- Presepe vivente di San Terenzo Monti (Fivizzano, LU) 22 e 23 Dicembre ore 20.30, 26 Dicembre ore 15.30, info: 0585 982261
- Presepe vivente di Pruno (Stazzema, LU) 24 Dicembre ore 19.00, info: 335 7168046
- Presepe vivente Villa Collemandina (LU) 18 e 23 Dicembre ore 20.30, info: 0583 68046

Altri nella provincia di Pisa:
- Presepe della Cometa a Casciana Terme (PI) 18 Dicembre ore 21.00, info: 0587 646258
- Presepe vivente a Lari (PI) 26 Dicembre ore 15.00, info: 0587 684125
- Presepe .

Visita la pagina offerte e promozioni in Hotel e sul Territorio


Volterra in un giorno

-

Siamo a pochi chilometri da Pisa. Immersi nel paesaggio collinare più tipico della Toscana, sì, proprio quello da cartolina: rotonde colline dorate di grano in estate, verdi in primavera, o che si stagliano all’orizzonte come metafisiche silhouette di terracotta in autunno. E in mezzo a questo soave nulla, fatto soltanto di natura e di secolare cura dell’uomo, in cima a uno straordinario altopiano di tufo, ecco che appare l’etrusca Velathri. Pensate, nel V-IV secolo a.C. aveva 25.000 abitanti (il doppio degli attuali).




Da vedere: il Duomo che fu consacrato nel 1120 e ristrutturato nel Duecento con i caratteri tipici del romanico pisano; il Battistero (1283) a pianta ottagonale; la piazza del Palazzo dei Priori. 
Si formò in quell’epoca la Volterra che oggi vediamo, centro monumentale compattamente costruito in pietra grigia e scandito da case-torri. All’alabastro, vera risorsa della città e dei suoi artigiani, è oggi dedicato un Ecomuseo, articolato in più sedi (info tel. 0588.87580). Da non perdere il Museo Etrusco Guarnacci dove si trova conservata la celebre statuetta nota come l’Ombra della sera (info tel. 0588.86347). Cosa mangiare: ottimi i formaggi (pecorino) e i salumi, piatti a base di prezioso tartufo bianco e selvaggina (soprattutto lepre e cinghiale).
.

 Visita la pagina offerte e promozioni in Hotel e sul Territorio


Tartufo di San Miniato e Olio della Lucchesia

-

Tra le province di Pisa e di Lucca nel periodo che va dalla fine di ottobre fino a tutto il mese di dicembre, si gioca una partita del gusto che non ha eguali, capitanata da due prodotti di eccellenza, noti in tutto il mondo per la loro qualità e tipicità: il Tartufo Bianco di San Miniato e l’Olio Extra Vergine d’Oliva DOP della Colline di Lucca. Il tartufo bianco di San Miniato viene raccolto in una trentina di comuni nel cuore della Toscana nelle province di Pisa e Firenze.


Ma i riflettori si accendono in questa cittadina accogliente e piacevole appollaiata sulle colline della valle dell’Arno, in provincia di Pisa, nel mese di novembre e primo week end di dicembre con la Mostra mercato nazionale del tartufo bianco di San Miniato (secondo, terzo, quarto weekend di novembre,  e primo di dicembre, stand aperti sabato e domenica dalle 9 alle 18,30, nel centro storico). L’occasione giusta per gustare l’Olio Extra Vergine d’Oliva DOP della Colline di Lucca cade nelle stesse date, al Real Collegio di Lucca, dove si svolge la manifestazione enogastronomica Il Desco (tutti i sabati e domeniche dal 16 novembre all’8 dicembre, dalle 10 alle 19). Occasione straordinaria, questa, per visitare anche una delle più belle città della Toscana che nel tempo ha mantenuto intatto l’antico fascino medievale.
 .

 Visita la pagina offerte e promozioni in Hotel e sul Territorio



TRADIZIONI. L'itinerario incantato

-

Dall’Oasi Lipu del lago artificiale di Santa Luce (dove è possibile fare delle esperienze indimenticabili di bird watching) fino a Crespina, con le sue splendide ville ottocentesche (Villa Belvedere, in posizione panoramica con giardino all'inglese e limonaia, Villa Corsini Valdisonzi, Villa Il Poggio e la Villa-museo Carlo Pepi, del famoso critico d'arte, con una ricca collezione d’arte contemporanea) si snoda un viaggio incantato, lungo oltre 30 chilometri - con continue opportunità di fare fotografie straordinarie – nel cuore delle Colline Pisane, attraverso i borghi di Orciano Pisano, Santa Luce, Lorenzana e Fauglia, con il suo delizioso Museo Giorgio Kienerk, il pittore post-macchiaiolo che con i suoi dipinti ha immortalato la campagna circostante.



A Pomaia ha sede invece uno tra i più importanti centri di cultura buddista d’Europa: è l'Istituto Lama Tzong Khapa. Fondato nel 1977, ha sede in una palazzina dotata di sale di meditazione, sale da pranzo, biblioteca e camere per gli ospiti. Attorno all'edificio principale si trovano la villetta dei lama residenti e alcuni cottage in legno utilizzati per i ritiri di meditazione. Data la presenza di due illustri lama residenti, l'istituto ospita maestri e meditatori, oltre che famosi artisti e attori di fede buddhista come in passato Richard Gere.
.

 Visita la pagina offerte e promozioni in Hotel e sul Territorio



CINEMA.Tre mostre per festeggiare i 100 anni della Fondazione Cerratelli 

-

Ricordate gli splendidi costumi del film El Cid di Anthony Mann? O quelli dell'immortale capolavoro di Franco Zeffirelli, Romeo e Giulietta?


  

Ebbene, questi straordinari abiti di scena saranno presenti, insieme ad altri 30 mila di pari bellezza, a San Giuliano Termenell’ambito di tre mostre in occasione dei cento anni della Fondazione Cerratelli, la più antica e famosa sartoria di scena con sede nella magnifica Villa Roncioni a Pugnano, piccola borgo del comune di San Giuliano Terme. Per tutto il 2014 le tre mostre permetteranno di vedere e ammirare da vicino i meravigliosi costumi realizzati dai maggiori artisti che hanno esaltato la grande sartoria artigianale toscana, così eccellente da essere divenuta una leggenda di qualità in tutto il mondo.


 Visita la pagina offerte e promozioni in Hotel e sul Territorio




LIFESTYLE. La moda muove la Versilia tutto l'anno

-

E’ uno dei luoghi più chic delle vacanze italiane che attrae, stagione dopo stagione, vip e celebrities da tutto il mondo. Ma la Versilia complici le lussuose boutique di Forte dei Marmi e Viareggio, aperte tutto l’anno, è anche una meta ideale per lo shopping.



La ricerca è il key concept dei multimarca di lusso storici come Gallery e Morini a Forte dei Marmi, Silvia Bini a Viareggio,  Fiacchini a Forte dei Marmi e a Viareggio.  Tra i templi indiscussi dello shopping, le boutique Dolce & Gabbana, Gucci, Lanvin, Ermanno Scervino, Prada, Roberto Cavalli e Faliero Sarti a Forte dei Marmi, Max Mara e Trussardi a Viareggio. 

Anche la gioielleria è un fiore all’occhiello della Versilia con BulgariCassettiPomellatoRolex e Audemars Piguet che proprio qui hanno alcune delle loro più belle boutique.  Le vie da tenere d’occhio: via Carducci, via Montauti, via Roma, via Spinetti,  piazza Garibaldi e piazzetta Tonini al Forte e viale Marconi (la bella e ariosa passeggiata lungomare) a Viareggio.

 Visita la pagina offerte e promozioni in Hotel e sul Territorio